domenica, dicembre 17, 2006

"NELLA VITA CI VUOLE CULO..." :

Facciamo un bel giochino...proviamo a pensare ai 5-10 migliori giocatori dell'NBA oggi...
probabilmente state dicendo allo schermo del vostro PC (ragazzi,se parlate ad un monitor non è un buon segno...) i nomi dei vari Bryant,James,Iverson,Anthony,per dire alcuni di quelli più in voga adesso.
Bene,adesso proviamo insieme a pensare ad un mondo perfetto,almeno cestisticamente:
1) O'Neal starebbe finendo la sua carriera ad Hollywood;
2) Micheal Redd verrebbe preso in considerazione,almeno ogni tanto,per qualche riconoscimento individuale,così non si sentirebbe più trascurato ed escluso dal giro che conta.
Lasciando il ruolo di "desperate housewife" della lega ad Eva Longoria...che poi una alta un metro e mezzo che sta con un uno di colore di quasi due metri,secondo me tanto disperata non lo è più...
3) Steve Nash non avrebbe vinto NESSUN titolo di MVP;
4) I Knicks ci direbbero che era tutto uno scherzo,perchè una squadra così a N.Y. non poteva essere vera;
5) Magic avrebbe sconfitto,sulla sirena di gara 7,anche l'HIV...No,fermi,questo E' SUCCESSO VERAMENTE! (figurati se perdeva una volta nella vita...roba da matti!);
6) Tutti i giocatori che avete precedentemente citato come i migliori,non lo sarebbero stati!
Ok,mi spiego...
I primi cinque punti sono abbastanza chiari (poi si può essere più o meno in accordo,per carità),
la sesta è roba forte e ve la giustifica il titolo di questo "post" (che parola orrenda),e cioè che nella vita ci vuole CULO.
Nell'arco degli ultimi dieci anni,se tutto fosse andato da programma,questi signori,tutti bravi, tutti buoni e tutti belli (oddio...),sarebbero stati come minimo ridimensionati.
Ridimensionati da tre ragazzi che nella loro vita di giovani atleti sono andati in DOPPIA CIFRA con la sfiga.
Ladies and Gentlemen let me introduce you: Hardaway Anfernee,Hill Grant e McGrady Tracy.
2 cose in comune tra loro: 1) Talento come nessuno mai,da quando MJ s'è fatto uomo;2) Una sfortuna (sportiva) che fa concorrenza al talento.
Se di "Penny" e Grant conoscete solo le brutte copie degli ultimi anni,fate i bravi ed andate a
vedervi i filmati di metà degli anni '90,se non avete voglia di fare i compiti (a parte che come dice Buffa: "non vi voglio neanche conoscere") vi passo il Bignami io: Come loro nessuno,gente nata per essere tra i migliori di sempre...che ne sò...un James più difensore...un Iverson più fisico...
un Carmelo più completo...un Kobe con un'anima (tanto stiamo sognando)...insomma NO BULLSHITS: c'era da riscrivere la storia degli ultimi dieci anni della Lega!
Però il destino non ha voluto...
Penny faceva quello che anni dopo avrebbero fatto Bryant e Wade,e cioè supportare (o SOPPORTARE ?!?) Shaq,ma con l'impressione di essere più forte,tanto che l'ego del Ciccione non ha retto e se l'è data a gambe...poi s'è rotto tutto in tempi,e parti del corpo,differenti...solo per rinfrescarvi la memoria 22,8 p. 8,5 r. e 6,4 a. l'ultimo anno a Memphis;21,7 p. in NBA nel '95-'96;
25 p. di media nella finale NBA del '95 contro Houston,persa poi 4-0 (non male Shaq "lezionato"dal vero Hakeem "the Dream"...scusate la polemica);
Grant Hill era l'immagine dell'"American way of life" con il vestito della domenica,una vita così perfetta che avrebbe nausato Frank Capra...
Primo rookie della storia ad essere il giocatore più votato dell'All-Stars Game,nel '95,anno nel quale verrà premiato con il "Rookie of the year" alla pari con Jason Kidd...primo giocatore della storia a ricevere più di un milione di voti dai tifosi per la partita delle stelle (doveva essere LEGGERMENTE spettacolare...)...primo nella NBA per triple-doppie (10) nel '95/'96...
34 p.,15 r.,14 a. contro i Lakers nel '97...primo quintetto NBA nel '97...25.5 p,6.6 r,5.2 a nel '99/'00...con le onde delle sue schiacciate a difesa schierata che ancora riecheggiano...Ah,se non vi basta,la moglie Tamia,che canta,è stata nominata per 5 volte ai Grammy Awards...GOT IT?
Poi dal 2000/2001 cominciano gli infortuni ed il declino,e dopo anni di operazioni,terapie e rieducazioni oggi si ritrova a fare il leader carismatico (con qualche serata vecchio stile) di una squadra futuribile,con due caviglie con le quali noi non potremmo neanche portar fuori il cane...
Quì c'è la vera differenza tra Penny e Grant,il primo dopo i primi infortuni si è adagiato mentalmente nella condizione del perenne infortunato,cercando solo di fare cassa,il secondo invece non si è mai ARRESO (neanche quando la moglie si era gravemente ammalata) e continua a combattere...MASSIMO RISPETTO!
Ed infine c'è "the Big Sleep",anche se più che il grande sonno ormai sembra il grande incubo...
T-Mac sembrava il gemello sano di Hardaway,ma più alto e più realizzatore,tranne poi scoprire che invece erano uguali proprio in tutto,infortuni compresi...
Per chiarire: Tracy,quando Kobe litigava col mondo,perchè era convinto che lo scambio tra lui e Divac nel'96 fosse una ladrata dei Lakers seconda solo alla trade con la quale gli inglesi scambiarono con gli olandesi Amsterdam per New-York,ALLA PARI (onestamente irraggiungibile),lo cancellò letteralmente da una partita delle stelle,con quella faccia di uno che non vede un letto comodo da troppo tempo...qualcuno si ricorderà il commento di Buffa a quella partita:"Tracy abbassa la sbarra del passaggio a livello...da lì NON SI PASSA!"...e quella sera,condita anche dalla "remix",nella foto sopra,(poi verrà anche la remix della remix...),che se non vi ricordate neanche questa inizio a sospettare che siate quì per caso,dalla grande notte dell'ex 8 giallo-viola
divenne la sua...qualche numero: diventato famoso quando ancora giocava a Mount Zion High School per una schiacciata in alley-oop,fatta prendendo già in aria la palla da un lato del tabellone per schiacciarla dall'altro senza tornare a terra (!!!!);ultimo anno al liceo 27.5 p,8.7 r.,7.7 a.,2.8 s.;
doveva andare a Kentucky (ma và?!); 32.1 punti di media in NBA nel 2002/2003 e 28.0 l'anno dopo;media carriera di punti nei playoffs: 30.7!
Per lui il rimpianto più grande è che forse ha sprecato gli anni più devastanti come atleta a Toronto,in una squadra che non era "tagliata" per lui...e che poi ad Orlando,quando giocava (e COME giocava...) il destino ha cominciato,piano piano,a presentare il conto.
Oggi,per qualche sera,quando la schiena gli concede un time-out,è uno dei più grandi,ma l'impressione è che in quel "mondo perfetto" sarebbe stato il più grande di tutti...ma nella vita,
come dicevo,ci vuole culo...

12 commenti:

max ha detto...

bell'articolo ;-)
un altro dei grandi "infortunati" era Allan Houston (che adesso figura ancora nel libro paga dei Knicks..)

Rob ha detto...

gran pezzo, "socio" ;)
coming very soon:
- Jason Kidd
- NCAA memories: la Kentucky '96 di Rick Pitino

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...